Orto botanico di Palermo Orto botanico di Palermo Orto botanico di Palermo L'Orto Botanico dell'Università di Palermo è una tra le più importanti istituzioni accademiche italiane. Considerato un enorme museo all'aperto, vanta oltre duecento anni di attività che gli hanno consentito anche lo studio e la diffusione, in Sicilia, in Europa e in tutto il bacino del Mediterraneo, di innumerevoli specie vegetali, molte originarie delle regioni tropicali e subtropicali. La peculiarità di questo Orto è, oggi, rappresentata dalla grande varietà di specie ospitate che ne fanno un luogo ricchissimo di espressioni di flore diverse.

Contatti
Orto Botanico
Università degli Studi di Palermo
Via Lincoln, 2
90133 PALERMO, Italia
091 23891236 - 091 23891249
ortobotanico@unipa.it
botanica@unipa.it

L’origine dell’Orto Botanico di Palermo risale agli ultimi decenni del XVIII secolo, epoca in cui ha inizio, nel regno di Napoli e di Sicilia, una fase storica connotata da numerose riforme e da grandi aperture nel segno della cultura europea di marca illuministica.
Evento determinante fu, nel 1779, la fondazione della Regia Accademia degli Studi di Palermo, corrispondente all’attuale Università: con l’istituzione della cattedra di Storia naturale e Botanica, l’Accademia ottenne dal Senato cittadino di potere usufruire di un modesto appezzamento di terra sul Baluardo di Porta Carini per destinarlo ad Orto botanico che servisse alla ostensione dei ‘semplici’, ovvero alla coltivazione delle piante medicinali utili all’insegnamento.
A partire dal 1781, l’Orto ebbe sede su quel baluardo dove prima si conservava la polveriera pubblica; ben presto però lo spazio a disposizione si rivelò angusto e inadeguato alle esigenze didattiche, incapace di ulteriore sviluppo, tanto che, qualche anno dopo la sua fondazione, si iniziarono le pratiche per un suo trasferimento. La nuova sede venne individuata nel piano di S. Erasmo, su una piccola porzione delle terre della Vigna del Gallo possedute dal duca Ignazio Vanni d’Archirafi, accanto alla pubblica Villa Giulia sorta nel 1777.
Il nuovo Orto venne impiantato nella nuova sede a partire dal 22 febbraio 1789. Nel dicembre del 1795, con la conclusione dei lavori, cominciati appena sei anni prima, esso fu solennemente inaugurato.
L’Orto appena inaugurato e di cui fu primo direttore Giuseppe Tineo (1795-1812), si estendeva su uno spazio di soli 12 mila metri quadrati circa. Inizialmente ebbe ingresso sulla via che conduceva dallo Stradone di Sant’Antonino, l’attuale via Lincoln, al Piano di Sant’Erasmo e che lo separava dalla Villa Giulia; successivamente, completati i lavori del Ginnasio, fu possibile accedere all’Orto dall’attuale ingresso sul fronte del nuovo complesso monumentale.
Il giardino era ripartito in quattro appezzamenti rettangolari (quartini) separati da due viali ortogonali, con le collezioni ordinate da Bernardino da Ucria secondo il sistema di Linneo; corredavano l’impianto del giardino fontane e vasche fra cui, all’estremità meridionale, il magnifico Aquarium, dono dell’allora arcivescovo di Palermo, Filippo Lopez y Royo.
Il complesso monumentale si componeva di un edificio centrale, il Gymnasium, sede della Schola Regia Botanices, che oltre a una sala ottagonale per conferenze comprendeva una galleria di studio, l’Herbarium, e l’alloggio per il direttore.
Lateralmente vi erano un Calidarium e un Tepidarium. Tutto, ad eccezione dell’Acquarium, era stato realizzato secondo il progetto dell’architetto francese Leòn Dufourny, il quale, costretto a rientrare nel 1793 in Francia per motivi politici, non assistette né alla conclusione dei lavori né all’inaugurazione dell’Orto.


L’Orto botanico è una struttura museale e pertanto va visitato con la dovuta sensibilità. L’accesso è consentito solo per fini culturali, didattici ed educativi. I visitatori devono attenersi alle seguenti disposizioni:

1. Camminare sui viali o sui sentieri calpestabili evitando di invadere le aiuole e le colture sperimentali.
2. Non asportare o danneggiare piante o parti di esse, ciò anche per evitare l’assunzione sotto qualunque forma di materiale vegetale tossico o comunque pericoloso.
3. Aver cura di non sporcare e utilizzare per i rifiuti gli appositi contenitori.
4. Le guide e gli accompagnatori delle scolaresche devono fare in modo che la visita si svolga ordinatamente e che gli alunni siano sempre sotto la loro diretta sorveglianza.
5. Non è consentito l’ingresso ad animali (cani anche se al guinzaglio, dentro borse o in braccio, ad eccezione dei cani accompagnatori registrati), biciclette, ciclomotori, rollerblades, skateboard, ecc.
6. Non è ammessa l’introduzione di piante, anche se secche, se non dietro espressa autorizzazione.
7. Non è consentita l’introduzione di giochi o altro materiale ricreativo (palloni, aquiloni, freesby, ecc.)
8. Non è consentito effettuare riprese fotografiche se non per documentazione personale. Ogni altra forma di documentazione finalizzata richiede autorizzazione scritta della Direzione.

La Direzione declina ogni responsabilità, nei confronti dei visitatori, per accidentali danni alle persone o alle cose derivanti dalla contravvenzione delle norme sopra riportate e per eventuali altre cause (vento, caduta di piante o di loro parti, rottura di vetri o di vasi, punture di insetti, ecc.).
La Direzione declina, inoltre, ogni responsabilità per la mancata osservanza dell’orario di uscita.
https://www.qrcod.it/g/Orto-Botanico-di-Palermo 4/19
Name:
Orto botanico di Palermo
Description:
L'Orto Botanico dell'Università di Palermo è una tra le più importanti istituzioni accademiche italiane. Considerato un enorme museo all'aperto, vanta oltre duecento anni di att
Category:
Orto botanico di Palermo
Free PDF eBook Download:
Clicca qui per aprire Pollicino ed avere sempre con te questa scheda!
QrCode Generato da condividere con i tuoi amici:
QrCode Generator Orto botanico di Palermo
Il codice QrCode funziona anche in modalità TAG NFC Near Field Communication o iBeacon

VISUALIZZA
Read this article in english
Leggi questo articolo in lingua italiana
Orto botanico di Palermo IoT Beacon QrCode NFC Google Nearby Platform


Generate and Share QrCode on Instagram or Facebook
Company Contacts or web links

Download or Print Free eBook PDF Orto botanico di Palermo.pdf
Pareri e recensioni degli utenti: